News

Aria Pulita Cercasi

Cercasi aria pulita in città. Un problema che attanaglia tutto il mondo, Europa e Italia compresa. Secondo l’agenzia europea dell’ambiente l’inquinamento si ostina a rimanere elevato nei centri urbani, nonostante i Paesi continuino a dichiarare di voler percorrere la strada della sostenibilità. La sostenibilità. Un problema che pesa soprattutto sulla salute.

Greta Thunberg
All’inizio fu Greta Thunberg. Era il 20 agosto 2018 quando una studentessa di 15 anni si sedette davanti al parlamento di Stoccolma per manifestare contro il climate change. Fu l’inizio di una protesta mondiale che mobilitò milioni di ragazzi in tutto il mondo. Oggi Greta è solo una delle tantissime donne che si battono per salvaguardare il futuro del pianeta. Assieme a lei un esercito di attiviste scienziate politiche giornaliste, attrici e top model combattono per smuovere le coscienze e diffondere una nuova cultura della terra. Se i governi dei paesi sviluppati perseguono nella direzione della neutralità climatica nel giro di qualche decennio, in altre parti del pianeta intere comunità di donne si organizzano per rivendicare la salute delle aree in cui vivono. Come la giovane attivista africana Vanessa Nakate ormai diventata la voce del sud del mondo contro il cambiamento climatico e il suo continente l’Africa sta rendendo intere regioni in evitabili.

Cartucce Affrancatrici Rigenerate amiche dell’ecosistema – Vai al Catalogo

Le eroine verdi del nuovo millennio
Ellen Patricia MacArthur è un’attivista inglese fondatrice di un ente di beneficenza che lavora per accelerare la transizione verso un’economia circolare. Giselle Bündchen icona incontrastata della moda contemporanea ha piantato 40.000 alberi in Amazzonia.
 
In realtà la domanda che dobbiamo porci è un’altra: esiste una questione di genere legata al cambiamento climatico? La questione è drammaticamente semplice i Paesi più poveri del pianeta sono oggi più vulnerabili, agli effetti del riscaldamento globale.
In questi Paesi sono le donne ad essere le più colpite dal dissesto del cambiamento climatico in quanto componente più debole della società. Anche per questo sono sempre più le donne oggi ad avere ovunque la leadership nella lotta per salvare il pianeta.

Città Inquinate
Il rapporto dell’agenzia europea del 2021 dice che nel 2019 il nostro paese è stato il primo per numero di morti per biossido di azoto. 10.640 decessi +2% rispetto ai dati del rapporto 2020. L’Italia è seconda in UE dopo la Germania per i rischi da particolato fine. Il bel Paese è sommerso dallo smog soprattutto nella zona della pianura padana.

Soluzioni alternative
Secondo lo studio di Legambiente, sono 102 i capoluoghi che superano i limiti d’inquinamento dettati dall’OMS. Una vera emergenza, ma di certo non siamo già i titoli di coda. Provare a ridurre questi valori è possibile. In diverse città si stanno sperimentando metodi per limitare i danni.
Le Piante
La soluzione come sempre arriva dalla natura e resta valida ad ogni latitudine. Sistemi garantiti dalla tecnologia più antica e green di sempre, le piante. Il loro segreto si risiede nella capacità di assorbire le polveri emesse dai veicoli e soprattutto di trattenerle.

Sono in corso studi per stabilire quali siano i tipi di alberi più efficaci a riconvertire le emissioni nocive.